mercoledì, aprile 04, 2007

Sumo, l'arte marziale giapponese

Due lottatori di sumo all'inizio di un incontroIl sumo (相撲, sumō) è uno sport dove due lottatori si confrontano in un’area circolare. E' di orgine giapponese e mantiene gran parte della tradizione antica. I giapponesi considerano il sumo un gendai budō (arte marziale del Giappone moderno). Le regole di questo sport sono semplici:
1. il primo lottatore che tocca il suolo con una qualsiasi parte del corpo, ad eccezione dei piedi, viene sconfitto
2. il primo lottatore che mette una qualsiasi parte del corpo, piedi compresi, all’esterno dell’area circolare viene sconfitto
3. un lottatore che utilizza una tecnica illegale o kinjite (mano proibita) viene eliminato
4. Se un lottatore perde il mawashi (unico indumento utilizzato durante un combattimento di sumo) viene eliminato
Gli incontri di sumo solitamente durano poco, per ogni incontro esiste un rituale cerimoniale elaborato. I lottatori di sumo sono conosciuti in tutto il mondo per la loro imponenza, questo perchè la massa è un elemento fondamentale nel sumo. Il ring è chiamato dohyō, è fatto d’argilla con sabbia sparsa sulla superficie ed è delimitato da una grande “corda” di riso chiamata tawara.

Nessun commento: