Corso di Giapponese 4° Lezione - Grammatica

Oggi vediamo un po' di grammatica.

Sostantivo [S]
Nella lingua giapponese i sostantivi, salvo poche eccezioni, genere e numero.

Particelle [P]
Nel giapponese le particelle indicano le relazioni tra una parola e l'altra o tra una frase e l'altra. Ci sono vari particelle ed i loro utilizzi possono essere diversi. Le spiegazioni dettagliate verranno indicate al momento opportuno.

1) Sostativo + wa
wa indica il soggetto di una frase.
Esempio: Watashi wa kenshusei desu - Io sono un istruttore.

2) Sostantivo + mo
Come la particella wa indica il soggetto o il tema principale di una frase, ma viene utilizzata solamente quando precede una frase con lo stesso contenuto. Equivale ad "anche" in italiano.
Esempio: Tanaka-san wa Nihon-jin desu - Il signor Tanaka è giapponese. Kimura-san mo Nihon-hin desu - Anche la signora Kimura è giapponese.

3) Frase + ka
Ka si impiega alla fine di una frase per farla diventare interrogativa. Non si utilizzano segni di interrogazione ma l'intonazione della frasediviene ascendente.
Esempio: Anata wa kenshusei desu ka - Tu sei un istruttore?

4) Soggetto + no + Soggetto
no connette un sostantivo con un altro. Il sostantivo che precede fissa la limitazione/appartenenza con il sostantivo che segue. Si deve fare attenzione al fatto che in giapponese le parole in una frase hanno un ordine diverso rispetto all'italiano. Esistono altri utilizzi della particella no, li vedremo più avanti.
Esempio: Watashi wa Tokyo-Denki no kenshusei desu - Io sono istruttore di Tokyo-Denki

Vediamo altri esempi sulle particelle appena viste:
Kore wa hon desu. – Questo è un libro.
Sore wa megane desu – Questi sono occhiali.
Sono kuruma wa watashi no desu. – Questa macchina è mia.
Kono hon wa anata no desu ka. – Questo libro è tuo?
Pedro-san wa itaria-jin desu. – Peedro è italiano
Maria-san wa itaria-jin desu ka – Maria è italiana?
Maria-san mo itaria-jin desu – Anche Maria è italiana.

Adesso vediamo il significato di alcune parole utilizzate in questa lezione:
Watashi – Io
Anata – tu/lei
Hon – libro
Megane – occhiali
Kuruma – auto
Kore – questo
Sore – questi
Kono – questa
Sono - queste
Itaria-jin – Italiano (nazionalità)
Itaria-go – Italiano (lingua)
Nihon-go – Giapponese (lingua)
Eigo – Inglese (lingua)

1 commento:

Hamura ha detto...

Ciao!!!

Vorrei chiederti dei chiarimenti su due delle frasi di esempio:
Sore wa megane desu – Questi sono occhiali.
Sore non dovrebbe essere "quelli"?

Sono kuruma wa watashi no desu. – Questa macchina è mia.
Sarebbe corretto dire "Sore wa watashi no kuruma desu"? Se no,mi puoi spiegare perché?

Grazie mille del tuo blog!! E' interessantissimo! =)